Traslochi fai da te

Traslochi fai da te

Traslochi fai da te

Quando si pensa a un trasloco si pensa automaticamente a una ditta di traslochi. Spesso però quando si tratta di piccoli appartamenti si pensa sia più facile optare per un trasloco fai da te. Quando ci sono poche scatole e qualche piccolo mobiletto si può fare, ma ovviamente ci sono molte più cose da valutare.

Organizzare un trasloco da soli può diventare una grossa impresa e non è detto che “fai da te” sia sinonimo di risparmio. Sarete obbligati a reperire delle scatole e materiali di imballo, procurarvi un camion, trovare amici o parenti che vi aiutino a preparare le scatole e smontare i mobili e trasportare il tutto nella nuova casa. Il problema poi è più grande quando si hanno dei bimbi piccoli, piante o animali domestici.
Affidarvi a delle imprese di traslochi è la soluzione migliore perché significherà prima di tutto avere meno problemi. Esse sono dotate di tutte le attrezzature necessarie come elevatori, camion, contenitori per abiti e materiali di imballo, di uomini capaci di smontare, trasportare e montare il tutto. I costi ovviamente varieranno a seconda dei servizi richiesti ma in generale vi sconsigliamo di fare tutto da soli. In più affidarvi a una ditta di traslochi vi garantirà il rispetto dei tempi previsti. È escluso che ci potranno essere dei ritardi o problemi.

Ma comunque se optate per un trasloco fai da te è necessario sapere alcune cose. Innanzitutto bisogna inscatolare tutti gli oggetti della casa, utilizzando del materiale specifico per l’imballaggio, soprattutto nel caso degli oggetti più fragili per proteggerli dagli urti causati dal trasporto. Inoltre è possibile utilizzare la carta da giornale, materiale a costo zero utile per gli oggetti meno fragili.
I mobili dovranno essere smontati e imballati, ricordandosi di conservare viti e bulloni e avendo cura di dividerle mobile per mobile, in modo che sia facile reperirle al momento del montaggio.
Avere a disposizione un mezzo di trasporto adeguato è fondamentale per minimizzare i tempi e la fatica di un trasloco. Se non ne avete a disposizione non improvvisate con mezzi di fortuna. Se non si ha un amico disposto a prestarvi un furgone vi toccherà sicuramente noleggiarlo e dovrete trovare, molto probabilmente, dei facchini. A questo punto è chiaro che il risparmio non lo troverete più. In più decidere per un trasloco fai da te significherà coinvolgere gli amici e di conseguenza valutare anche la possibilità che qualcuno si faccia male o che si possa rompere qualcosa. A questo punto ne sarete personalmente responsabili. Le ditte di traslochi, invece, sono assicurate e risarcirebbero eventuali danni.

Per il trasporto degli elettrodomestici fate attenzione ai tubi dell’acqua della lavatrice e della lavastoviglie: controllate di aver fatto uscire tutta l’acqua presente per evitare di bagnare il furgone e gli scatoloni. Lo stesso vale per il frigorifero che va spento e asciugato per evitare lo stesso problema.
Non cercate di fare tutto da soli: per quanta fiducia si possa avere nelle proprie forze, conviene essere sempre almeno in due per affrontare un trasloco: dividere gli scatoloni pesanti e non viaggiare troppo “carichi” è il modo migliore per evitare problemi.

Nella maggior parte dei casi, a meno che l’abitazione non si trovi al piano terra, sarà comunque necessario utilizzare delle attrezzature per spostare i mobili dai piani più alti a quelli più bassi e una volta giunti a destinazione effettuare la stessa operazione al contrario. Questo non solo permetterà di agevolare e accelerare le operazioni di trasloco ma eviterà anche di arrecare fastidio ai condomini. Spesso durante i traslochi fai da te si pensa di sfruttare ascensori e scale. Non c’è nulla di più sbagliato. Non solo perché si alza notevolmente il rischio che qualcosa si lesioni, ma anche e soprattutto perché esistono molte soluzioni, economiche e veloci, che vi permetteranno di completare il vostro trasloco al meglio. “Fai da te” come sinonimo di semplicità e risparmio ma non sinonimo di pericolo o disagio.